Prati, Ombre, Monoliti

by Gli Altri

/
  • Streaming + Download

    Includes high-quality download in MP3, FLAC and more. Paying supporters also get unlimited streaming via the free Bandcamp app.

    Please support by buying physical copies and sharing our musc wth your friends both online and in real life!

      name your price

     

1.
03:46
2.
03:27
3.
01:25
4.
01:56
5.
6.
03:16
7.
8.
02:38
9.
01:43
10.
03:33

about

FREE DOWNLOAD with mediafire (link not available here but you can easily find it online or on our Facebook page)

Many thanks to all the people who helped us spreading this record, to our families and our friends.
We try to demonstrate once again that DIY is the best and most genuine way to transmit ourselves and our music.

This record is out now on CD and 12" black vinyl with the help from these labels/collectives/friends:

- Burning Bungalow
- Lanterna Pirata
- DreaminGorilla Records
- Salterò Autoproduzioni
- Scatti Vorticosi Records
- QSQDR
- Smartz Records
- Annoying Records
- Taxi Driver Records
- Vollmer Industries
- É un Brutto Posto dove Vivere
- CSA Next Emerson
- Toten Schwan Records
- Omoallumato Distro
- Messaggi/ERF
- Strigide Records
- Insonnia Lunare Records
- Greenfog Records
- Minoranza Autoproduzioni
- Screamore
- Santavalvola Records
- Brigante Records & Productions
- Più Amici Meno Storie Records
- Unbending Records
- Guglielmo Pendio Records
- Sound Town
- Gustosissimo Records
- Bus Stop Press (FR)
- Mellow Club Distro (USA)
- One Wild Collective (FR)
- Dingleberry Records (DE)
- Ancient Injury Records (USA)
- Rubaiyat Records (UK)
- Boripunk Asso (BE)
- Entes Anomicos (DE)
- Désertion Records (FR)
- Ruffmo Records (DE)
- The Screever Zine (UK)


Gli Altri are:
Gabriele Lugaro - guitar/voice
Andrea Nocco - guitar/voice
Andrea Avalli - bass
Lorenzo Colonna - drums
Manuel Rosso - electric violin

Federica (AFFRANTI) voice on "Unai"
Gppy (LEISFA-CGB) voice on "Idomeni"

credits

released October 18, 2016

Recorded by Giulio Farinelli @ Greenfog Recording Studio (Genova).
Mixed by Giulio Farinelli and Andrea Nocco @ Everybody On The Shore (Milano).
Mastered by Maurizio Giannotti @ New Mastering Studio (Milano).
Produced by Burning Bungalow.
Graphics by Gabriele Disordine.

tags

license

about

Gli Altri Savona, Italy

contact / help

Contact Gli Altri

Streaming and
Download help

Redeem code

Track Name: Prati
Quando ricostruiremo lo spazio che ci hanno tolto,
quando l’inverno sarà alle porte accompagnato da un’altra crisi,
sarete soli, vittime uguali,
troppo orgogliosi per rinunciare a stili di vita
dei tempi in cui eravate troppo impegnati
a pagare cara la felicità,
uomini servi devoti al cielo
figli di un tempo che non ritorna.

Ripenso a quando sarete morti,
quando rimpiangerete la vostra sorte,
di come immaginavate le vostre vite,
di come le abbiate perse già tempo fa.

Aspetto il giorno per chiederci
dove ci abbia portati questo percorso,
parte dal mare, si rende infinito,
sorpassa i limiti, dipinge il mondo


ENG

When we’ll build again the space they took away from us,
when winter will come along with another crisis,
you will be alone, faceless victims,
too proud to give up your old lives.

The time when you were too committed
to pay a heavy price for your freedom.
Slaves, devoted to the sky,
sons of times that will never come back.

I think again about the day you will be dead,
the day you will regret what happened to you.
I think about how you pictured your lives,
about how you lost them.

I chose the way to ask you
where this path has brought us.
It starts from the sea, endless,
it goes past any borders, it paints the world.
Track Name: Unai
Da quando ho perso stabilità
la sensazione è come di una perdita costante di immaginazione.

Ho smesso di cercare un’altra soluzione,
la forza di un legame non si può stabilire,
ma ho capito che penso sia soltanto una mia scelta
di prendere per mano l’ombra o il sole
di scoprire se alla fine
qualunque cosa faccia tutto resta uguale.

Ma so di essere costantemente sotto accusa
che in ogni situazione in cui rimango solo
mi porta ad affrontare ancora verità, sogni, certezze senza logica.

Cercando da sempre percorsi lontani
facile guardarti cadere lasciandosi andare.
Ma ora so, ora so. Riesco a capire
che quel che rimane mi porterà avanti.

Un’ombra sicura mi porta in avanti
prende il senso dai miei sogni passati,
incrocia il cammino con nuovi sentieri, nuove certezze,
filma esperienze, le proietta oltre la collina.
C’è un mondo nuovo oltre la collina.

E nella confusione trovo la forza, per non perdere i miei passi
per andare oltre i miei pensieri, i miei punti di riferimento,
ciò che ho sempre voluto come la mia sola ed unica vita.


ENG

Since when I lost stability
I'm feeling a constant lack of imagination

I stopped looking for another solution
The strength of a bond can't be decided
But I understood I think it's just a choice of mine
Taking with my hands the shadow or the sun,
Finding if finally
Everything remains the same whatever I do

But I know I'm constantly accused
And every time I stand alone
I have to face again truths, dreams, illogic certainties

Always looking for distant paths
It's easy to see yourself falling down, letting you fall apart
But now I know, now I know, I can comprehend
That what it's left will take me forward

A secure shadow takes me forward
It assumes the meaning of my old dreams
It crosses the path with new ways, new certainties
It films experiences and project them beyond the hill
There's a new world beyond the hill

And inside the confusion I find the strength not to lose my steps
To go beyond my thoughts, my landmarks
What I've always wanted, as my one and only life.
Track Name: Ripenseremo
Ripenseremo a quel senso di rivolte simboliche, noi, chiusi in un angolo, combattiamo nemici dai volti distorti, e no, non ci si arrende, non lasciamo che l'odio consumi da dentro.
Resta una fede, di un disegno a matita che parla di noi e di come scaliamo montagne e abbattiamo tempeste. Sempre e comunque soli, in un tempo che ci impone di andare avanti, di trovare la forza per essere tutto.

(ENG):
We will think again about that sensation of symbolic revolt. Us, surrounded in a corner, we fight enemies with distorted faces. And no, we don't surrender, don't let the hate consume from within.
A faith remains, of a pencil drawing that speaks of us and of how we climb mountains and tear down tempests. Always and anyway, alone in a time that orders us to go forward, to find the strenght to be everything.
Track Name: Oltre La Collina
Sono le notti trascorse in silenzio
a covare i pensieri più oscuri
nel buio prende vita
la sostanza peggiore di me.

Un genocidio elevato a sistema
lo sfruttamento in nome di un progresso
di un odio vitale, per chi non ci ha mai concesso spazio.

E accettiamo delusioni, vuoti e compromessi
da chi per noi non ha mai dato ne avuto pietà.

Lasciamo il vuoto nelle nostre domande
anneghiamo le nostre paure
impariamo ad ignorare pensieri e sensazioni
irrazionali e a godere della bellezza della vita.

Ci resta un vuoto fra le mani che vive di ricordi
una vittoria a testa alta ignorata dallo schermo
un solo ed unico attimo che ha fatto vacillare tutto.


ENG

Every night past in silence brings the darkest thoughts with it.
In the darkness rises the worst part of me.

A genocide becomes a system.
Exploitation in the name of development,
the hatred of who never gave us a way.

And we bear delusions, emptiness and compromises
with who have never had mercy upon us.

We keep having meaningless questions,
and then we drown our fears
and ignore irrational thoughts and feelings,
learning how tho enjoy our lives.

We still have nothing in our hands,
a nothing who lives on memories,
a proud victory ignored by the screen,
the unique moment that made everything waver.
Track Name: Ombre
L'era postmoderna è costellata di imbecilli reazionari, come era in passato e come sarà in futuro. Non esistono strade da percorrere, ma muri da abbattere: dopodiché bisognerà solo iniziare a scrivere.
Un eremo felice riflesso nei tuoi occhi cattura la bestia che è in me,
amplifica ogni singola emozione facendola esplodere in cielo.
Come se vibrasse tutto a fianco a noi.


ENG

Postmodern era is populated by dumb motherfuckers,
as it was in the past, as it will be in the future.
There aren’t paths to take, just walls to destroy.
After this, it must write.

A lonely and happy place reflected in your eyes catch the beast inside of me.
It amplifies every emotion making blow it up in the sky.
Like if everything would shake beside of me.
Track Name: Nuovo e Diverso da Te
Sono le nostre idee, i nostri sogni,
a cambiarci, a renderci umani, a definirci.
a distinguerci dagli altri,
a darci il coraggio di compiere scelte,
di trovare le parole adatte.

Sono le nostre paure a prendere il sopravvento
quando tutto sembra andare bene,
quando la strada sembra dritta e illuminata,
quando pensiamo di essere giunti a una destinazione.

In uno stato di transizione le forme cambiano continuamente.
L’impatto è rapido, il moto è casuale.
Lo scontro dona la velocità.

Forse non sentirai parlare di noi,
forse potrai vederlo solo in un’immagine
confusa e persa in contorni sbiaditi
riflesso splendido e indelebile di un’altra età.

Hai visto un riflesso allo specchio milioni di volte
senza capire che era qualcosa di diverso da te,
nuovo e diverso da te.

E guardandomi indietro cerco di capire il senso
di come tutto questo stia cambiando in un istante
di come ogni momento lasci il segno sulla pelle,
di quella voce in testa che ti dice che i problemi si risolvono,
che il tempo non aspetta, che il mare viola non rimane una tavola piatta,
immobile e diverso da te stesso,
che corri incontro a un’altra voglia di rinascere del tutto.


ENG

Our thoughts, our dreams,
change us, define us, make us humans.
They allow us to stand out from the crowd
and to be brave enough to choose.
They let us find the right words.

Our thoughts get the upper hand over us
when everything seems right,
when the road seems straight and bright,
when we think to be safe at home. (to be somewhere safe).

When things change, shapes change without any rest.
The impact is fast, the motion is random,
the crash gives fastness.

Maybe you will never hear about us,
maybe you will just be able to see it in a picture,
fuzzy and lost in blurred lines,
splendid and indelible reflection of another age.

You saw a reflection on the mirror
a million times
without understanding that it was something different from you,
something new and different from you.

And looking back I try to understand the meaning
of how all this is changing in an instant
how every moment leaves a mark on the skin,
of that voice in your head that tells you
that the problems can be resolved,
that time waits, the purple sea does not remain a flat board,
still, other than yourself,
running to meet another desire to reborn at all.
Track Name: Ventre
E nonostante tutto questo nulla continua a cambiare,
quello che importa davvero.
Vite che scorrono senza fermarsi, senza aspettare.
La condivisione di un nuovo colore,
stare in un posto migliore.

La comodità di stare fermo
la fragilità del movimento.

Nella classificazione la totale mancanza di calore,
i conoscenti, i tuoi passi nel vuoto.

Fino a che non avrai niente da perdere,
niente da spendere per i tuoi sogni infranti,
sarà più semplice fingere
che non sia tu
causa dei tuoi stessi mali
chi ti condanna per sempre.


ENG

Nothing changes, despite this,
what really matters.
Lives flowing recklessly,
without waiting for new colours,
for better places.

The confort of being still,
the weakness of motion.

The complete lack of warmth in the classification,
the acquaintances, your steps in the empty.

Until you’ll have nothing to lose,
nothing to devote to your broken dreams,
it will be easier to pretend to be someone else
the cause of your pains,
who condemned you for ever.
Track Name: Idomeni
I tempi sono finalmente maturi per riscoprirci bestie, per annegarci in odio e indifferenza, per chiudere le porte a chi vuole arrivare a noi, temendo che il nostro benessere ci abbandoni.
E renderemo conto ai figli che verranno dei crimini dell'uomo e della nostra civiltà, credendoci al sicuro negli armadi della storia, coperti dal progresso e dalla superiorità delle nostre barriere e delle nostre nazioni di una patina leggera che ricopre la realtà: che siamo il medioevo, soltanto il medioevo, e meritiamo il peggio del mondo che verrà.


ENG

Time has come to find the beast inside of us,
to drown ourselves in hate and indifference,
to close our doors to people coming,
afraid to lose our wellness.

And we will answer to our sons about our crimes,
about our times’ crimes.
Believing to be safe with all our progresses and all our walls,
our nations.
It is just a light veil covering this fact.
We live in the Middle Age, just in the Middle Age,
and we deserve the worst thing from any future worlds.
Track Name: Monoliti
Come emozioni confuse che scorrono lungo le rive di un fiume, aspetto e lascio passare, aspetto e lascio passare.
Regna il silenzio, e un senso di impotenza che non riesco a tollerare.
Chiara alienazione che divora lentamente, un odio sordo e cieco che non vuole scomparire, in equilibrio, perso tra due rami.
Un'insaziabile motivazione mi tiene sempre in movimento, costretto a volte fra l'indecisione di chi ha il sorriso sulla faccia e l'odio dentro il cuore.
E non è trasparente, la difficoltà in cui mi muovo in ogni notte,
in ogni giorno e in ogni notte,
che mi divora la paura, ad ogni singola palpitazione,
che il mondo mangi il mondo, che il mondo mangi il mondo.
Il tempo che hai trascorso, un senso a questa vita
Il tempo che hai trascorso, ci sei soltanto tu.


ENG

As confused emotions that flow along the river,
I wait and let them go – I wait and let them go.
Silence reigns, and a feeling of helplessness that I cannot control.
An evident alienation that slowly devours, a deaf and blind hate that doesn't want to vanish, I'm lost in balance between two branchs.
An insatiable motivation always keeps me moving, and I'm sometimes forced in indecision with the smile over my face and the hate in my heart.
And the difficulty in which I move every night and every day and every night is not clear. At every palpitation, the fear of the world eating itself devours me.
The time you've been living / a sense for this life / the time you've been living / there's nothing but you.